Periodo / Clima

Consigliamo di viaggiare durante i mesi invernali europei, sia per fuggire alle temperature di casa sia per dimenticare il freddo passando ad onde fantastiche, clima mite e sole. Tutto questo nella Repubblica Domenicana, considerata un’ottima destinazione per surfare tutto l’anno.

Temperatura dell'acqua & dell'aria

Durante l’inverno in Europa tutti quanti tremano dal freddo, nella Repubblica Dominicana i turisti e la gente del posto si godono il clima tropicale, il sole e le onde consistenti. La temperatura media dell’aria si aggira attorno ai 28°C, mentre l’acqua rimane stabile sui 27°C.  La parte nord della Repubblica Dominicana, rispetto a quella sud, è più tropicale, umida e piovosa, specialmente nei mesi monsonici.

Questo periodo piovoso si verifica tra novembre e gennaio, tuttavia non significa che piova costantemente, infatti gli acquazzoni pomeridiani sono molto brevi e intensi e terminano rapidi come sono iniziati. Nel sud la stagione piovosa si manifesta maggiormente tra maggio e novembre, nonostante ciò le temperature durante il giorno si aggirano attorno ai 32°C e la notte non scendono sotto i 23°C.
Presso la Cordigliera Centrale, ad un altezza di 1200 metri dal livello del mare, la temperatura media è di 18°C, e durante l’inverno scende occasionalmente sotto zero.

Muta

Puoi lasciare il bagaglio extra a casa! Bikini e costume saranno le uniche cose di cui avrai bisogno per goderti il surf, la spiaggia e il relax nel giardino tropicale.

Surfspots

Repubblica Dominicana 

Playa Encuentro

Lo spot di casa del Surf Camp Caraibi è un beach break consistente che offre onde sia destre che sinistre. Questa spiaggia è adatta a tutti,  in particolare ai principianti, perché dà un sacco di confidenza.  Playa Encuentro è uno spot potente che lavora con ogni tipo di marea e con mareggiate provenienti da Nord, Nord-Ovest e Nord-Est

Coco Pipe

Anche questo reef break è situato a Playa Encuentro e rompe sia a destra che a sinistra. Questo spot a causa del suo reef poco profondo è adatto ai surfisti avanzati. Lavora bene con swell tra i 3-5ft, provenienti da nord, nord-ovest e nord-est e con qualsiasi marea.

Bobo’s Pipe

La versione facile di Coco Pipe, situato attorno a Playa Encuentro. I surfisti intermedi possono surfare comodamente quest’onda e migliorare le loro abilità. Rompe sia a destra che a sinistra, e lavora con le stesse condizioni di Coco Pipe.

Altri spot in Playa Encuentro sono La Derecha e La Izquierda. Indipendentemente dal tuo livello di abilità troverai sempre lo spot adatto alle tue necessità, grazie al team che ti aiuterà a controllare le condizioni meteo e a scegliere l’onda giusta per te.

Informazioni di viaggio

Voli

British  Airways e Iberia volano regolarmente con destinazione aeroporto di Puerto Plata (POP). La British Airways non fa pagare nessun extra se la sacca della tavola pesa meno di 23 kg e non supera 1.9 mt di lunghezza. Iberia invece impone una tassa fissa sul bagaglio fuori misura di 150 € a tratta.

Moneta / Carte di Credito

Portare con sé la propria carta di debito non è sempre una sicurezza. Consigliamo sempre ai viaggiatori di munirsi di un’alternativa, come la carta di credito. La valuta corrente è il pesos dominicano (DOP), che puoi cambiare solo all'interno del paese. La cosa migliore da fare appena arrivati è recarsi ad uno sportello cambio valuta, oppure trovare un ATM e ritirare i soldi. Vengono accettati anche i dollari americani e la maggior parte delle carte di credito (VISA, Mastercard).

Passaporto

Devi essere in possesso di un passaporto valido al tuo arrivo, che rimanga tale per l’intera durata della vacanza. Per visite che durano meno di 90 giorni non è necessario un visto se provieni dalla maggior parte dei paesi del mondo. Tuttavia alla dogana dovrete richiedere la tourist card valida per 30 giorni, che costa 10 USD, e mostrare il biglietto di ritorno. Alla ripartenza inoltre dovrete mostrare la tourist card.

Visto

Non è richiesto nessun visto per entrare nella Repubblica Dominicana, a meno che tu non debba stare più di 90 giorni. La tourist card, che costa 10 USD, è obbligatoria e va mostrata alla ripartenza. Questo documento è valido per 30 giorni. Se la durata del viaggio supera i 30 giorni, la permanenza deve essere autorizzata dall’autorità competente (Departamento de Extranjería, Dirección General de Migración) e prevede il pagamento di una tassa. Se non esegui tutti i passaggi richiesti dovrai pagare una multa alla ripartenza, in proporzione alla durata di tempo in eccesso del tuo soggiorno.

Tassa di uscita

Alla ripartenza verrà richiesto una tassa aereoportuale di 20 USD. La maggior parte delle compagnie ha incorporato questa tassa nel biglietto aereo.

Vaccinazioni & Sanità - Raccomandazione importante

Raccomandiamo esplicitamente a tutti i viaggiatori di consultare sempre il sito ufficiale della Farnesina "viaggiare sicuri" alla pagina dedicata alla Repubblica Dominicana in quanto costantemente aggiornato circa tutti gli aspetti riportati in questa parte del sito, nessuna responsabilità potrà essere addossata in caso di aggiornamenti qui non riportati

Snorkeling nelle splendide acque

Suggerimenti

Abbiamo riunito un po' di consigli per fare in modo che il tuo viaggio nella Repubblica Dominicana abbia una buona riuscita.

Cose da fare:

Consigliamo caldamente di provare le specialità culinarie delle Repubblica Dominicana. Non puoi perderti le varietà di pesce fresco come il Bonito (Tombarello) e il pesce Carite ed altri ancora come il pesce Snapper, il Mero (Cernia), l’Atun (Tonno), il Dorado (Orata) e il Papagayo (Pesce Pappagallo). I piatti di pesce sono solitamente accompagnati da un contorno di riso al cocco, delizioso e molto salutare.

Una particolarità meno spettacolare, ma comunque interessante, è il tipico succo d’uva fresco. Diventato una bevanda davvero ricercata nell’isola, che potrete assaggiare nelle zone vicino ai vigneti lungo la costa, come nel caso della spiaggia di Samana. Il drink è preparato aggiungendo un po' di latte di cocco e dello zucchero, chiamato dalla gente del posto “Batida”.
Per quelli che successivamente vogliono un drink con una marcia in più, c’è il “Coco Loco”. E’ un cocktail semplice, ma molto delizioso. Preparato con di un po' di rum, crema di cocco e qualche cucchiaio di granita e servito all'interno di una noce di cocco fresca appena aperta.

Il Rum, che sia servito dentro al cocco fresco o in un  delizioso cocktail tropicale, è certamente la bevanda nazionale della Repubblica Dominicana. Il prezzo a bottiglia va da 1 a 40 euro, a seconda della qualità. Questi sono alcuni dei migliori brand nel mercato:
Brugal (fondato nel 1888 a Puerto Plata), il migliore è “Siglo de Oro” e costa attorno ai 40 € a bottiglia, la confezione è particolare.
Bermùdez Aniversario 75 Ano (fondato nel 1852 a Santo Domingo) è un’altro rum speciale che costa 15 € a bottiglia.
Barcelò (fondato nel 1930 a Santo Domingo) produce un rum chiamato Barcelò Imperial, al prezzo di circa 40 € a bottiglia.

Un’altra specialità dell’isola è il caffè, servito intenso, scuro e dolce. E’ disponibile anche la versione turistica con l’aggiunta di latte. E poi non dimenticarti dei sigari. Alcuni dei brand famosi sono "Arturo Fuente", "La Aurora", "León Jimenes", "Carbonell", "Cojimar", "Juan Clemente", "Montecristo", "Romeo y Julieta" e "Thiriet Mercedes". Puoi visitare anche le aziende produttrici di Santiago e vedere come vengono “rollati”.

Vale la pena visitare anche la baia di Samanà, nella parte nord-est della Repubblica Dominicana. Nella stagione invernale le megattere raggiungono la baia con i loro piccoli e nell’entroterra la foresta tropicale si va visitata si manifesta con alcune cascate giganti  e una fantastica varietà di Flora e Fauna.
Anche una semplice passeggiata lungo la costa può diventare affascinante, ed essendo anche chiamata anche “costa dell’ambra”, puoi già immaginare che tipo di souvenir potrai trovare, se sei fortunato.
Se stai cercando qualcosa di più adrenalinico, sono disponibili attività in mountain bike, windsurf, rafting, e zip linig (teleferica) sopra la foresta pluviale.
Oltre a questo, potete esplorare una serie di reef fantastici facendo immersioni subacquee, o snorkeling. A Nord, nel piccolo villaggio di pescatori di Las Galeras puoi ammirare un incredibile distesa di corallo con grotte e relitti. Tra Bavaro e Punta Gana, ad est, c’è un reef che si estende per 30 km lungo la costa; a sud invece c’è il Parque National Submarino La Caleta e il Nationalpark Isla Catalina, ideali per gli amanti delle immersioni.

Cose da non fare

Nella Repubblica Domenicana le infrastrutture non sono sempre efficienti. Prima di iniziare il viaggio è meglio fare una breve ricerca sul tragitto che vuoi effettuare, per sapere quanto tempo richiede e che strada devi fare. Purtroppo i crimini sono frequenti e non vanno sottovalutati, perciò evita di visitare posti che non conosci da solo, e non camminare per strada con molti contanti o gioielli costosi.

E’ sconsigliato bere acqua del rubinetto ed anche alcool economico, perché potrebbero esser avariati. Inolte comprare e fare uso di droghe è punito con severità estrema, se ti trovano in possesso di stupefacenti rischi di rimanere in carcere per molto tempo.

La Repubblica Dominicana

Il nostro surfcamp internazionale nella Repubblica Dominicana offre spiagge di sabbia bianca piene di palme da cocco, clima mite tutto l’anno e condizioni ideali per surfare. I fantastici parchi nazionali occupano più di un terzo del territorio del paese e offrono qualsiasi tipo di paesaggio, dalla foresta pluviale alle montagne rocciose, e includono moltissime riserve naturali. Che tu sia un surfista, un eco-turista, un esploratore oppure un amante della spiaggia la Repubblica Domenicana è il paradiso per ogni visitatore. Il paese fa parte dei Caraibi e occupa la porzione più grande dell’isola Hispaniola, il resto appartiene ad Haiti. La lingua è lo spagnolo, la valuta corrente è il Pesos Dominicano (DOP). I mesi invernali europei sono i migliori per viaggiare e ripagano sicuramente la fatica del viaggio.

Oltre ai paesaggi fantastici fatti di spiagge pittoresche, la Repubblica Dominicana è nota anche per il suo clima tropicale, la gente del posto amichevole, la sua interessante storia e ovviamente per i sigari, il caffe e il rum.
Cristoforo Colombo scoprì la Repubblica Dominicana nel 1492, che dal quel momento diventò una colonia spagnola. Solo nella seconda metà del 19-esimo secolo il paese diventò indipendente, seguendo il processo già compiuto da Haiti. Consigliamo di visitare i musei della Repubblica Dominicana. La cultura si basa principalmente sulla musica e sul ballo, in particolare sul ritmo del merengue e della bachata, ma anche della salsa e del son, suonati in ogni angolo del paese. Tra le generazioni più giovani invece il reggaeton è molto popolare.
In qualsiasi posto del paese vi troviate i paesaggi che incontrerete saranno incredibilmente belli. La penisola di Samanà, nella costa nord dell’isola, ospita spiagge caraibiche spettacolari con acqua cristallina, color turchese e una sottile sabbia bianca, cosparsa di palme da cocco, proprio come ve le immaginate. Se vi muovete nell’entroterra attraversando un bel pezzo della foresta pluviale, vi troverete di fronte alla cascata più grande della Repubblica Dominicana, il Salto del Limon.
Vicino a La Romana, nel sud dell’isola, si trova un piccolo villaggio pittoresco chiamato Altos de Chavon, dove sarete avvolti dal fascino mediterraneo, dall’architettura romantica, dai ristornanti e dai negozi tipici. Un’altra attrazione è l’anfiteatro , che può ospitare fino a 5000 persone e regala una vista spettacolare sul Rio Chavon.
La capitale Santo Domingo ospita una fantastica città antica, riconosciuta  sito patrimonio mondiale dall’UNESCO, principalmente per la storica Cattedrale di Santa Maria la Menor.
Che tu voglia surfare, riposare o esplorare la natura e la storia della Repubblica Dominicana, questo paese regala a tutti la vacanza dei sogni!

Impara a surfare nella Repubblica Dominicana

Nella costa nord della Repubblica Dominicana troverai le onde migliori tra novembre e aprile. Questo lato dell'isola ospita i migliori surf spot. Il miglior periodo per surfare va da novembre ad aprile, proprio perché le condizioni sono perfette. Durante l’estate europea, invece, le onde sono più piccole, ma molto consistenti e ideali per chiunque voglia imparare questo sport. Il beach break di Playa Encuentro, lo spot di casa del Surf Camp Caraibi, è adatto ai principianti, inoltre poco distante si trova Coco Pipe, il Pipeline della Repubblica Dominicana, che farà felici i surfisti avanzati.

La temperatura media dell’acqua si aggira attorno ai 27°C tutto l’anno, perciò non c’è bisogno di portare la muta. Per chi vuole fuggire dall’inverno europeo e tuffarsi nell’oceano in costume o in bikini, per surfare onde perfette, la Repubblica Dominicana è la scelta giusta! Se dai un’occhiata ai Surf Spot dei Caraibi e dell’America Centrale, scoprirai che questo paese è una destinazione valida tutto l’anno.

Surfare ai Caraibi
Cucina caraibica e relax

Surfcamp Caraibi

Il camp si trova a 5 minuti a piedi da una delle spiagge con i migliori spot della Repubblica Dominicana settentrionale. Lo spot si chiama Encuentro, e offre un sacco di picchi adatti sia a chi sale per la prima volta sulla tavola, che al surfista avanzato.

Scopri il Surfcamp Caraibi

Potete godervi tutto l’anno il clima tropicale, l’acqua cristallina, il sole che splende e le bellissime spiagge di sabbia bianca. Il camp è situato nei pressi di un piccolo villaggio di surf, chiamato Cabarete, dove potrai trovare bar, caffè, ristoranti e negozi di surf. Questo paesino non è semplicemente famoso per le onde fantastiche, ma anche come paradiso del kite e del windsurfing. 

Per chi vuole rilassarsi dopo la sessioni di surf sono disponibili Stand Up Paddleboard oppure le lezioni di Yoga con istruttori qualificati. Se scegli l’opzione “Surf, Sleep & Yoga Packet” avrai 5 session di yoga incluse nel tuo soggiorno.

Ci siamo impegnati molto nella scelta questo Surf Camp che volevamo fosse accogliente e rilassante, con un giardino tropicale, una piscina ed anche molte di amache sparse per la proprietà. Il camp è composto da piccoli appartamenti che possono ospitare gruppi di 2, 3, e 4 persone.

Ogni appartamento è composto da una veranda con un’amaca e comodi arredi esterni, ma anche una cucina e un bagno privato. Nell’area comune c’è una zona BBQ coperta, dove puoi rilassarti con gli altri ospiti e mangiar,e o bere qualcosa in compagnia.


La Repubblica Dominicana è la quintessenza del paradiso, grazie ad un camp straordinario, alle onde fantastiche e ai paesaggi mozzafiato, che combinati assieme renderanno la vostra vacanza di surf indimenticabile.

Iscriviti alla newsletter